GDPR Blog: Come adeguare il tuo blog alla normativa europea

da | Mag 25, 2020 | Creare un blog

Ora che hai aperto il tuo blog e hai capito come fare a scrivere contenuti efficaci, è arrivato il momento di adeguare il tuo blog alla normativa GDPR per la tutela dei dati personali dei tuoi utenti.

Dal momento in cui il GDPR è entrato in vigore, tutte le realtà imprenditoriali in Europa hanno dovuto necessariamente adeguarsi, al fine di tutelare la privacy degli utenti con cui interagiscono ogni giorno e di salvaguardare i dati personali.

Anche i blog e i siti internet rientrano in questo discorso: ciò significa che è di fondamentale importanza l’ottenimento di tutti i permessi necessari e l’inserimento dei vari elementi facenti parte della normativa.

Da notare che a fronte di violazioni, sono previste sanzioni particolarmente davvero aspre. Di conseguenza, meglio correre subito ai ripari 🙂

In questo articolo intendo spiegarti come adeguare il tuo blog al GDPR in pochi passi. Vedrai che non c’è niente di particolarmente difficile!

Cos’è il GDPR?

Acronimo di General Data Protection Regulation, vale a dire Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati, il GDPR non è altro che il regolamento inerente al trattamento dei dati personali per ciò che concerne la privacy. Ad emanarlo è stata l’Unione Europea nell’aprile del 2016. C’è voluto un lasso di tempo appena superiore ai 2 anni, affinché il GDPR divenisse operativo: a partire dal maggio del 2018, la normativa è divenuta effettiva.

GDPR Blog: quali sono le reali motivazioni che hanno spinto alla creazione di un regolamento specifico in materia di tutela dei dati personali?

Alla base di tutto, si è avvertita la necessità di regolamentare al meglio la circolazione dei dati delle persone fisiche.

Tenendo conto del fatto dell’enorme progresso tecnologico in corso, era diventata di prioritaria importanza omologare nei limiti del possibile le forme di tutela della privacy dei cittadini dell’Unione Europea. Stesso discorso anche per quanto riguardava le imprese con sedi al di fuori dei confini del Vecchio Continente che, però, trattavano dati di cittadini dell’Unione Europea.

In questo modo, il regolamento in questione ha avuto il fine primario di disciplinare i criteri di raccolta, di condivisione e di utilizzo dei dati personali.

In parole davvero semplici, il GDPR è una forma di tutela dei nostri dati personali (Nome, cognome, email, indirizzo, IP e simili) contro i potenziali usi che i gestori dei siti web possono farci.

GDPR Blog: Come adeguare il tuo blog al GDPR

Dopo aver definito il GDPR, passiamo all’argomento centrale di questo articolo.

Eventuali violazioni, come già anticipato, comportano sanzioni pecuniarie decisamente salate. Per questo motivo, risulta imprescindibile considerare gli elementi da inserire all’interno del proprio blog, allo scopo di tutelare la privacy degli internauti e di proteggere i loro dati personali sin dalla raccolta.

Come puoi facilmente intuire, però, gli obblighi a cui devi attenerti sono strettamente connessi alla tipologia di blog. Inoltre, l’intera procedura di adeguamento non è proprio semplice: essendoci sempre di mezzo la legge, argomento prettamente tecnico, sono in molti i blogger che hanno deciso di delegare la cosa ai professionisti del settore. Chi meglio di loro può valutare i fattori specifici del blog, senza trascurare alcun particolare?

Vero è che vi sono tutta una serie di adempimenti comuni ad ogni blog e ad ogni sito internet. Tuttavia, come precedentemente accennato, un conto sarà l’operato in relazione ad un blog personale, un’altra cosa sarà quanto sarà necessario portare a termine in rapporto ad un blog di natura aziendale.

Lo stesso discorso è perfettamente applicabile anche al mondo dei siti web: un sito internet e un sito vetrina necessitano di adempimenti differenti per ciò che concerne il GDPR.

NON TEMERE! Vedrai che possiamo risolvere questo groviglio burocratico in poche mosse, usando gli strumenti giusti.

Cominciamo intanto a parlare degli adempimenti necessari, poi parleremo degli strumenti che ci aiuteranno.

1. Privacy policy ben visibile e facilmente accessibile in qualsiasi fase di navigazione del blog

Per prima cosa, occorre definire la privacy policy del tuo blog. Trattasi della pagina web incentrata sul GDPR: questa deve presentare tutte le informazioni dedicate alla raccolta e al trattamento dei dati personali.

Il regolamento stabilisce che deve essere ben visibile e facilmente accessibile in ogni fase di navigazione del blog. In linea di massima, i blogger tendono ad inserire la privacy policy prevalentemente all’interno del footer, ossia l’elemento di chiusura dei contenuti. Il link alla Privacy Policy deve poi essere disponibile anche in tutti i form di contatto.

Cosa deve necessariamente contenere la privacy policy?

Le informazioni devono riguardare i seguenti aspetti:

  • tipo di dati personali raccolti dal blog;
  • motivo principale relativo alla raccolta dei dati;
  • quale figura tratta i dati: in genere, il titolare coincide con l’impresa di turno o con il blogger;
  • i modi inerenti al trattamento dei dati;
  • il luogo di archiviazione dei dati;
  • le tempistiche di conservazione dei dati;
  • a fronte di un’eventuale cessione dei dati a terze parti, con quali criteri avviene l’operazione in oggetto.

Andando al sodo, questo vuol dire che l’informativa sulla privacy deve obbligatoriamente descrivere nella maniera più chiara, dettagliata e trasparente possibile ciò che viene effettuato con i dati degli internauti che approdano sulle pagine del blog.

Proprio per il fatto che le dinamiche di utilizzo dei dati degli utenti variano da blog a blog, la Privacy Policy deve essere redatta ad-hok per ogni singolo blog. Non pensare dunque di poter copiare la Privacy Policy da un altro sito web e incollarla semplicemente nel tuo.

Non può funzionare 🙂

2. Cookie privacy

Fattore di cruciale importanza, da inserire tassativamente all’interno del tuo blog è la cookie policy.

Vediamo insieme cos’è e a cosa serve la Cookie Policy, partendo dal ruolo rilevante dei cookie, deputati a memorizzare i dati di navigazione degli internauti che visitano il tuo blog.

In parole povere, un Cookie è un frammento di codice, creato dal blog e memorizzato nella memoria locale del dispositivo dell’utente che sta navigando. Questo codice serve per memorizzare informazioni associate all’utente, come, per esempio:

  • Quando è stata la sua ultima visita
  • Quali elementi l’utente ha inserito nel carrello (se applichiamo il concetto a un e-commerce)
  • Da dove si è connesso l’utente l’ultima volta
  • e così via…

Al giorno d’oggi, per come si è evoluto internet, l’utilizzo dei cookie è diventato praticamente fondamentale per l’utilizzo quotidiano di qualsiasi sito web.

Dato tuttavia che i cookie memorizzano informazioni potenzialmente sensibili, il GDPR ci obbliga a segnalarlo ai nostri utenti.

Per mettere il blog a norma anche rispetto a questo requisito, quello che devi fare è, durante il primo accesso, mostrare un banner informativo sull’utilizzo dei cookie sul blog.

Questo banner deve essere immediatamente visibile agli occhi del visitatore che, di fatto, dovrà decidere se dare il suo consenso o meno al trattamento dei dati personali. Solo dopo aver preso questa decisione, potrà continuare a navigare tra le pagine web del tuo blog.

Cosa deve contenere necessariamente il banner di turno?

Per essere a norma, il banner deve contenere un piccolo testo informativo in cui vai a dichiarare che il tuo blog utilizza i cookie per il suo funzionamento. Oltre a questo, il banner deve contenere un link di rimando alla cookie policy, ossia all’informativa estesa, dedicata ai cookie. Essa deve contenere:

  • definizione generale dei cookie
  • tipologia di cookie installati (tecnici o di profilazione)
  • elenco dei servizi utilizzati che fanno uso di cookie (Google Analytics, Facebook Pixel, etc.)
  • finalità dei cookie installati
  • indicazioni volte a dare oppure in alternativa a negare il consenso
  • link alla privacy policy
  • regole volte a disabilitare i cookie esterni

3. Moduli di contatto e di iscrizione alla newsletter

Anche i moduli di contatto sono soggetti ai dettami del GDPR, dato che, per loro natura, sono utilizzati per raccogliere informazioni personali da parte degli utenti che li compilano.

L’adeguamento dei moduli di contatto al GDPR è davvero semplice. Basterà inserire un checkbox che l’utente dovrà utilizzare per accettare il trattamento dei dati personali secondo le direttive della Privacy Policy, che deve essere linkata.

Qualcosa del genere è più che sufficiente per mettersi in regola. Ricorda che la spunta deve essere obbligatoria e non preimpostata:

Acconsento al trattamento dei miei dati personali, come descritto nella Privacy Policy del sito web

GDPR Blog: come adeguare WordPress al GDPR

Ora che sai quali elementi sono necessari per adeguare il tuo blog al GDPR, vediamo come poter fare per adeguare il tuo blog alla normativa.

Adeguare il tuo blog utilizzando un plugin

La prima strada che ti propongo per adeguare il tuo blog al GDPR è quella di utilizzare un plugin dedicato.

Utilizzando questa soluzione dovrai occuparti manualmente della redazione di Privacy e Cookie Policy e dell’adeguamento dei tuoi form di contatto. Il compito di mostrare il banner del consenso preventivo verrà delegato al plugin che sceglierai di utilizzare.

Per la redazione delle pagine, puoi prendere spunto da modelli preimpostati e riadattare dati e informazioni secondo le tue personali esigenze, andando a segnalare gli strumenti utilizzati sul tuo blog.

Per quanto riguarda i plugin che dovrai installare, ti propongo due opzioni diverse. Entrambe si occuperanno di gestire il consenso preventivo da parte degli utenti:

  • Fra i plugin disponibili gratuitamente ti segnalo Cookie Bot, che puoi trovare direttamente nel repository di WordPress.
  • Un’alternativa premium che potresti voler implementare è invece Ultimate GDPR, che offre possibilità di personalizzazione aggiuntive.

Adeguare il tuo blog utilizzando Iubenda

gdpr blog con Iubenda

Se non hai tempo da perdere o non vuoi rischiare di sbagliare qualcosa durante la compilazione delle pagine o l’impostazione del nuovo plugin, ti segnalo che puoi risolvere la faccenda GDPR con €19 utilizzando il sito web Iubenda, che si occupa appunto di fornire un tool automatico per la compilazione di Privacy Policy e Cookie Policy.

Utilizzando Iubenda dovrai soltanto compilare Cookie Policy e Privacy Policy direttamente dal sito e successivamente ti basterà installare il plugin Iubenda per attivare tutto il necessario sul tuo blog.

Utilizzando il mio link personale, puoi anche avere uno sconto del 10% sull’aquisto della tua Policy. Ecco qui.

Cosa ne pensi di questo articolo?

Clicca su una stella per votare

Voto medio: 5 / 5. Voti totali: 2

Non ci sono voti ancora. Sii il primo!

Potrebbero interessarti anche…

Come fare Affiliate Marketing sul blog

Se hai deciso di cominciare a monetizzare il tuo blog, fare Affiliate Marketing è una delle modalità più profittevoli che puoi implementare per cominciare a generare rendite passive dal tuo progetto. Ma come funziona il mondo dell'Affiliate Marketing? Cosa serve per...

Come generare traffico dai social network sul tuo blog

Esistono varie statistiche che possono dimostrarti quanto i social media siano dei fantastici strumenti per generare un traffico web da indirizzare sul tuo sito online o sul tuo blog. Per questa ragione, oggi ti propongo questo articolo in cui andrò a mostrarti alcuni...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This