Come aprire un blog nel 2020

da | Mag 21, 2020 | Creare un blog

Se hai deciso di trasformare la tua passione personale in un hobby potenzialmente molto remunerativo come quello di aprire un blog nel 2020, allora sei capitato nell’articolo giusto.

In questo articolo voglio infatti illustrarti i passi fondamentali che dovrai compiere per aprire un blog di successo nel 2020. Partendo con il piede giusto, riuscirai anche tu a costruire un blog di successo e a valorizzare al massimo il tempo impiegato.

Ci sono diversi aspetti di cui parlare, quindi mettiti comodo e leggiti con calma i miei consigli vincenti per aprire un blog.

Cominciamo!

Aprire un blog nel 2020: conviene ancora?

Fino a pochi anni fa si pensava che i blog fossero ormai un appannaggio del passato.

Quando ancora i Social Network non erano ancora così sviluppati come oggi, aprire un blog personale era infatti uno dei pochi modi possibili per costruire una presenza online “forte” per i canoni del tempo.

Col passare degli anni, le cose sono cambiate e i blog sono diventati un settore sempre più di nicchia, almeno fino a qualche anno fa.

Oggi, forti del sempre maggiore interesse per il guadagnare da casa, grazie alle nuove metodologie di monetizzazione che lo consentono e per via del desiderio di costruire qualcosa di proprio, stiamo vivendo una seconda era dell’oro per i blog. Un bell’approfondimento su questa storia l’ho fatto nel mio articolo “I blog non sono morti“, che ti consiglio di leggere.

Certo, i canoni sono cambiati rispetto al passato e il modo di fare blogging si è drasticamente evoluto. Il concetto fondante alla base dei blog però è rimasto sempre lo stesso: quello di voler comunicare a quante più persone possibili.

Oggi al concetto di blog si associa anche quello di monetizzazione, ma di quello parlo nel mio articolo dedicato: Guadagnare con un blog nel 2020. Per ora, concentriamoci sulla creazione del tuo blog secondo i canoni del 2020.

Vediamo dunque insieme i passi fondamentali da compiere per aprire il tuo blog di successo nel 2020.

Come aprire un blog nel 2020

Parti da qualcosa che ti appassiona

Se stai pensando di aprire un blog solo per lo scopo di monetizzare, senza però essere mosso da una reale passione, troverai senza dubbio notevoli difficoltà.

Perché un blog abbia successo, è infatti necessario portare su di esso un flusso costante di contenuti. Inoltre dovrau anche provvedere ad aggiornare periodicamente quelli vecchi.

Aggiornare il tuo blog con costanza non ti sarà facile senza passione, dunque tieni bene a mente fin da subito l’argomento che vorrai trattare.

Quando decidi di aprire il tuo blog, cerca dunque di scegliere un argomento che ti appassiona realmente e del quale puoi considerarti un esperto. In questo modo, andrai a costruire un blog di valore, in grado di portare contenuti eccellenti che ti consentiranno di attrarre traffico dalla rete.

L’argomento cardine del tuo blog, quello su cui andrai a basare tutti i tuoi contenuti prende il nome di nicchia. Per aiutarti a sceglierne una con efficacia, ho preparato un articolo esattamente su questo: come scegliere la nicchia per il tuo blog, che ti consiglio di recuperare dopo la lettura di questo articolo.

Studia il tuo utente tipo

Altro passo fondamentale che devi fare quando decidi di aprire un blog nel 2020 è quello di cercare fin da subito di farti un’idea del tipo di pubblico che vuoi andare a intercettare. In gergo tecnico, il tuo utente medio prende il nome di Buyer Persona.

Avere chiaro fin da subito il tipo di utente che vuoi andare a intercettare ti consentirà di definire con precisione il tipo di contenuti che dovrai scrivere. Ricorda che il focus di ogni articolo deve essere quello di risolvere un problema per il lettore e quindi va da se che conoscere il tipo di utente che ci interessa intercettare ci aiuta a capire quali possono essere i suoi problemi.

Ti faccio subito un esempio pratico: il mio blog è destinato agli utenti che a loro volta vogliono imparare ad aprire un blog e quindi so di dover costruire ogni mio contenuto con lo scopo di risolvere, uno alla volta, tutti i problemi o i dubbi che possono verificarsi nella testa di un wannabe-blogger come te.

Avere consapevolezza della mia nicchia di utenza mi consente di impostare non solo il tipo di contenuti, ma anche il tono da usare dentro di essi e il tipo di linguaggio più adatto a comunicare con la mia nicchia di utenza.

Scrivere per degli avvocati è diverso che scrivere per un gruppo di amanti della musica: a seconda del target dei nostri contenuti dobbiamo infatti aggiustare il tiro non solo sui contenuti ma anche sul modo in cui questi contenuti andiamo a divulgarli.

In definitiva ricorda: se vuoi aprire un blog nel 2020 inizia fin da subito a costruirti un’idea chiara della tua nicchia di utenza e di conseguenza della tua buyer persona, in modo da andare a scrivere contenuti mirati appositamente per tale nicchia.

Usa il giusto hosting provider

Ora che sai di cosa parlare e con quali utenti lo farai, è il momento di procurarti il nome a dominio e l’hosting che ti serviranno per aprire il tuo blog.

Acquistare hosting e dominio dal giusto hosting provider è fondamentale se vuoi garantire la stabilità del tuo sito e la sua velocità di caricamento (e sappi che queste sono metriche che Google usa per decidere chi mettere più in alto in ricerca).

Come professionista, io consiglio sempre ai miei clienti di acquistare il proprio hosting su SiteGround. Il livello del servizio offerto è davvero molto alto ma il punto chiave dell’offerta di SIteGround è l’assistenza che ti aiuta in tempo reale, direttamente in chat.

Capita spesso, anche ai più esperti, di avere qualche problema con la gestione del proprio dominio. è solo a quel punto, quando i problemi li hai davanti, che capisci se hai scelto di affidarti all’azienda giusta oppure no e fidati, come web designer mi sono trovato tante volte a perdere giornate intere per gestire problemi che potevano essere risolti in cinque minuti con una buona assistenza da parte del provider.

Per quanto riguarda SiteGround, posso dirti che il servizio offerto vale il suo prezzo ed è per questa ragione che lo faccio sempre prendere a tutti i miei clienti.

Per te che inizi adesso a costruire il tuo blog non c’è bisogno di spendere centinaia di euro per l’hosting. Puoi procedere tranquillamente acquistando il servizio di hosting base e scalare nel tempo quando i tuoi numeri cresceranno.

Apri il tuo blog con WordPress

Adesso che hai le idee chiare in merito alla tua nicchia di utenza e che sei in possesso di hosting e dominio è arrivato il momento di installare il cuore pulsante che ti permetterà di aprire il tuo blog in meno di cinque minuti: WordPress.

WordPress è un sistema di gestione di contenuti nato appositamente per gestire la creazione di blog. Questo strumento si installa direttamente online sul tuo hosting e ti mette a disposizione un’interfaccia amministrativa che puoi utilizzare per pubblicare i tuoi articoli.

Installa WordPress sul tuo hosting

Oltre a essere completamente gratuito, WordPress si installa in modo facilissimo sia su BlueHost che su SiteGround (clicca sui link per accedere alla guida dedicata).

Come potrai vedere tu stesso, ti basteranno un paio di click per avere il tuo blog “up and running“. 🙂

Già adesso potresti dire di avere già aperto il tuo blog, ma ci sono un sacco di altre cose che puoi fare per migliorare il look del tuo blog e renderlo davvero professionale.

Per esempio, un’altra cosa fantastica di WordPress è il fatto che puoi modificarlo a piacere, andando a installare funzionalità extra (plugin) oppure nuovi template grafici (temi).

Personalizza l’aspetto del tuo blog

Ora che hai installato WordPress è il momento di installare una nuova veste grafica sul tuo sito web. Per farlo, ti basta andare nella sezione Temi -> Aggiungi Nuovo e cercare un tema gratuito da installare sul tuo nuovo blog.

Se vuoi un consiglio su un tema gratuito e performante, lascia che ti consigli Ocean WP. Si tratta di un tema completamente gratuito e interamente personalizzabile che ti consentirà di costruire un blog accattivante e reattivo.

I temi gratuiti fanno il loro lavoro ma, se vuoi, puoi optare per una soluzione premium. I temi premium sono in grado di farti differenziare dalla massa e renderanno il tuo blog ancor più veloce e fluido, come il mio.

Lascia che ti consigli una visita al sito di ThemeForest, in cui puoi trovare decine e decine di template WordPress premium. Dovrai mettere in conto una spesa di qualche decina di euro, ma da professionista ti dico che rispetto ai temi gratuiti non c’è paragone sotto ogni punto di vista.

Se vuoi qualche consiglio in merito ai migliori temi che puoi trovare su ThemeForest, ti lascio la mia selezione dei migliori temi WordPress pronta da consultare. Al suo interno ho raccolto tutti i migliori temi che ho utilizzato personalmente e per i miei clienti 🙂

Installa alcune funzionalità extra sul tuo blog

Come ti ho già detto, WordPress arriva già pronto all’uso e fin dalla sua installazione sei pronto a cominciare la tua avventura come blogger.

CI sono tuttavia delle funzionalità aggiuntive che ti consiglio di installare fin da subito. Queste funzionalità, contenute nei Plugin, ti consentiranno di velocizzare il tuo lavoro e di aumentarne la qualità.

Per installare un plugin su WordPress non devi fare altro che andare nella sezione Plugin -> Aggiungi Nuovo dalla tua dashboard di amministrazione.

Da qui, potrai installare tutto ciò che vorrai.

Puoi sbizzarrirti e cercare tutti i plugin che vuoi. Quelli che trovi direttamente in WordPress sono tutti gratuiti anche se alcuni potrebbero presentare delle limitazioni rispetto alla relativa versione premium.

Lascia che ti dia qualche suggerimento per quanto riguarda dei plugin davvero utili (e gratuiti) che a mio avviso dovresti installare subito:

  • SEO By Yoast: Plugin praticamente indispensabile per chiunque voglia aprire un blog a livello professionale. Questo plugin ti da un grandissimo aiuto per ottimizzare i tuoi articoli e le tue pagine per i motori di ricerca.
  • WordFence: Un plugin per la sicurezza del tuo sito. Ti basta installarlo e lui comincerà a proteggere il tuo sito da attacchi bruteforce e DDoss, completamente in automatico.
  • Elementor: Un plugin che ti permette di editare visivamente le tue pagine e i tuoi articoli. Davvero un buon compagno di avventura per migliorare la grafica del tuo sito e creare layout apparentemente complessi in modo molto intuitivo.
  • W3 Total Cache: Questo plugin si occupa di velocizzare il caricamento delle pagine del tuo sito abilitandone la memorizzazione in cache sul server e sul browser dei tuoi utenti. Davvero utile e fortemente consigliato!
  • WP Smush: Un altro plugin fondamentale per costruire un sito web veloce e performante. WP Smush si occupa di ridurre il peso delle immagini caricate e di ridimensionare quelle particolarmente grandi, senza tuttavia perdere la qualità di immagine. Installandolo risparmierai tantissimi MB di spazio e velocizzerai ulteriormente il tempo di caricamento del tuo blog.

Apri il tuo blog al pubblico e comincia a pubblicare i tuoi contenuti

Arrivato a questo punto, sei pronto ad aprire il tuo blog e a pubblicare i tuoi contenuti utilizzando WordPress. Lascia che ti dia qualche consiglio pratico al volo per aiutarti nella stesura dei tuoi primi articoli:

  • Utilizza i suggerimenti in ricerca su Google per trovare argomenti ricercati dagli utenti su cui scrivere sopra un buon articolo
  • Punta sulla qualità e non sulla quantità. I motori di ricerca tendono a premiare maggiormente i blog che pubblicano meno contenuti ma con qualità più alta rispetto a quelli che pubblicano ogni giorno piccoli articoli non esaustivi. Prendi il tuo tempo per scrivere i tuoi articoli e assicurati che quando posti un contenuto questo sia davvero di valore!
  • Cerca di scrivere articoli mediamente lunghi. Non pubblicare contenuti di lunghezza inferiore alle 800 parole.
  • Metti sempre delle immagini a corredo dei tuoi contenuti. Un’immagine vale più di mille parole per i tuoi lettori… ma anche per Google!

Afferma la tua presenza anche sui social

Come ti dicevo nell’introduzione di questo articolo, i tempi sono cambiati rispetto ai canoni classici del blogging.

Un tempo, bastava pubblicare i contenuti sul blog per ricevere traffico e in un certo senso questo è vero anche oggi, ma per questo ci vuole del tempo dato che Google e simili impiegano del tempo per mostrare il tuo nuovo blog nei risultati di ricerca.

Se vuoi partire davvero velocemente e vuoi cominciare fin da subito a costruire uno zoccolo duro di utenza per il tuo blog, devi necessariamente sfruttare il “carburante” che i Social Network ti mettono a disposizione.

Crea dunque dei profili sui social network maggiormente utilizzati dalla tua nicchia di utenza.

Tieni presente che non sei obbligato a costruire un profilo su ogni Social Network, anzi, ti sconsiglio di farlo dato che ogni social poi va anche seguito.

Scegli i social network giusti in base alla tua nicchia di utenza

Limitati a utilizzare i Social Network maggiormente utilizzati dai tuoi utenti tipo. Giusto per farsi un’idea, ecco una descrizione lampo del tipo di utenza media che bazzica sui principali social:

  • Facebook: Ottimo per i blog che puntano su interessi condivisi dai “senior”
  • Instagram e Pinterest: perfetti per i blog che puntano sulle arti visuali
  • Linkedin: la piattaforma perfetta per blog orientati al mondo business
  • Tik Tok: Maggiormente utilizzato dai giovanissimi
  • Twitter: un po’ un jolly che puoi sfruttare con qualunque progetto. Twitter sta godendo di un interessante aumento di interesse in Italia in questo periodo.

Scegli dunque con attenzione i social che vuoi utilizzare e crea i tuoi profili. Pubblica poi i tuoi contenuti sui social e mettiti in contatto con gli amministratori dei vari gruppi presenti su questi per chiedergli l’autorizzazione a condividere i tuoi contenuti all’interno del gruppo.

Sfruttando i Social Network, potrai contare fin da subito su un bacino di potenziali lettori targettizzati che cominceranno a leggere gli articoli del tuo blog. Ricorda però che per ogni profilo social che aprirai dovrai dedicare del tempo alla pubblicazione di contenuti.

Per aiutarti in questo compito che altrimenti ti porterebbe via moltissime ore di lavoro, il mio consiglio è quello di utilizzare un servizio come Buffer, che ti permette di calendarizzare la pubblicazione dei tuoi contenuti su più Social Network in contemporanea.

Il prossimo passo per aprire un blog di successo? Seguire un corso di blogging professionale

Adesso che hai inquadrato il tipo di lavoro che devi fare per costruire il tuo blog di successo nel 2020 voglio proporti di fare il passo successivo per portare il tuo blog davvero in alto.

Ho realizzato un corso di Blogging Professionale con WordPress che è perfetto per gli aspiranti blogger che vogliono imparare a gestire al meglio la propria presenza sul web.

All’interno del corso, della durata di oltre 6 ore, ti spiego nel dettaglio come:

  • Aprire il tuo blog
  • Gestire il tuo calendario editoriale
  • Ottimizzare la SEO
  • Scrivere contenuti di valore

Puoi acquistare il corso direttamente su Udemy cliccando su questo link

Cosa ne pensi di questo articolo?

Clicca su una stella per votare

Voto medio: 5 / 5. Voti totali: 1

Non ci sono voti ancora. Sii il primo!

Potrebbero interessarti anche…

Come fare Affiliate Marketing sul blog

Se hai deciso di cominciare a monetizzare il tuo blog, fare Affiliate Marketing è una delle modalità più profittevoli che puoi implementare per cominciare a generare rendite passive dal tuo progetto. Ma come funziona il mondo dell'Affiliate Marketing? Cosa serve per...

Come generare traffico dai social network sul tuo blog

Esistono varie statistiche che possono dimostrarti quanto i social media siano dei fantastici strumenti per generare un traffico web da indirizzare sul tuo sito online o sul tuo blog. Per questa ragione, oggi ti propongo questo articolo in cui andrò a mostrarti alcuni...

0 commenti

Trackback/Pingback

  1. Cos'è un blog? Scopriamolo insiemecos'è e come crearne uno - […] merito alla creazione di un blog, ho scritto un articolo molto lungo e approfondito in merito (Come aprire un…
  2. Guadagnare con un blog nel 2020 - Filippo Calabrese - […] fare a guadagnare con un blog nel 2020? Ora che hai costruito il tuo blog con WordPress, ti starai…
  3. GDPR Blog: Come adeguare il tuo blog alla normativa europea - […] che hai aperto il tuo blog e hai capito come fare a scrivere contenuti efficaci, è arrivato il momento…

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Share This